Descrizione della soluzione xFID

Che cos’è xFID

xFID è un sistema, dedicato all’auto prestito in biblioteca, sviluppato dal CASPUR in collaborazione con il Dipartimento di Fisica dell’Università “La Sapienza” di Roma. Cuore delle funzionalità di xFID è la tecnologia a radio frequenza RFID in banda UHF utilizzata per identificare il lettore che accede al prestito ed il volume richiesto. xFID è in grado di colloquiare con i principali programmi gestionali per le biblioteche (tra cui Sebina, Aleph e SBN-Web), grazie alla presenza di uno specifico modulo di comunicazione basato sul protocollo SIP2 (*), utilizzato da tutti i prodotti attuali nelle sessioni di prestito. Caratterizzano questa soluzione, una struttura gerarchica che ne aumenta la flessibilità, una progettazione innovativa del software di gestione, completamente web-based, l’uso di lettori RFID provvisti di interfaccia ethernet, di fatto completamente indipendenti dalla specifica postazione di lavoro e l’innovativo utilizzo di una telecamera nel varco antitaccheggio attivabile in occasione di sue violazioni.

Come funziona xFID

xFID è stato concepito per superare tutti i principali limiti dei sistemi di auto prestito attuali ed introdurre soluzioni innovative per quanto riguarda l’applicazione della tecnologia RFID all’interno di una Biblioteca. E’ basato su un’architettura centralizzata e sfrutta per i lettori RFID (il cui compito è di eseguire una scansione continua dell’area sensibile per identificare eventuali tessere utenti e/o volumi in prestito) i vantaggi della banda UHF (tempi di lettura minori e raggio d’azione maggiore). Nel sistema xFID inoltre nessun lettore è direttamente collegato alle postazioni di auto prestito: tutti sono connessi alla rete locale della Biblioteca e comunicano tramite il protocollo di rete TCP/IP, rendendosi così completamente indipendenti dai terminali e dalle altre periferiche.Per attivare un terminale è sufficiente un semplice PC, connesso alla rete locale della Biblioteca, che abbia installato un browser internet. Tutto il software gestionale dell’autoprestito è infatti basato su web ed ha un’architettura client-server. xFID utilizza infatti un server centrale di Biblioteca, che a sua volta comunica tramite il protocollo SIP2 (*) con il server remoto dov’è in funzione il gestionale della Biblioteca (come illustrato nello schema).

Nel sistema xFID sono presenti tutti i moduli funzionali dei sistemi attualmente in commercio, ovvero: il modulo di auto prestito e restituzione; il modulo di tagging dei libri; il modulo di antitaccheggio; il modulo della ricognizione inventariale.
Particolarmente efficace ed innovativo è il modulo di antitaccheggio, che, grazie ad una telecamera con interfaccia di rete, permette di registrare tutti gli eventi nei quali si è avuta una violazione del varco, aumentando di fatto il potere di deterrenza del sistema.

Perchè xFID

xFID permette ad una singola biblioteca di implementare una soluzione di auto prestito e restituzione completamente automatizzata, oltre a costituire una valida e robusta risposta all’esigenza di antitaccheggio e ricognizione inventariale. La sua interfaccia semplice ed intuitiva ne garantisce un uso pressoché immediato sia al personale di biblioteca che all’utenza interessata. L’uso di una tecnologia open-source e web-based (PHP, PostgreSQL), conferisce a questo prodotto un’estrema versatilità d’uso, permettendo alla biblioteca l’utilizzo di componenti già in suo possesso (PC per le postazioni di auto prestito e di gestione dei processi di “tagging” dei libri). xFID è basato sulla tecnologia RFID nella banda di frequenza UHF (865-868 MHz, standard supportati: ETSI EN 302 208, ISO 18000-6C, EPC Gen 2), tecnologicamente matura anche se più giovane rispetto a quella in banda HF (presente in altre soluzioni di mercato), ma per sua natura più efficiente, veloce e con maggiori margini di crescita.

* SIP2 E' il protocollo maggiormente utilizzato per le procedure di prestito automatizzato. Una libreria PHP5 completamente compatibile con SIP2 e' disponibile per la comunita' internet sotto licenza BSD.